Abolizione delle restrizioni ai viaggi, imminente ripresa delle selezioni Express Entry e altre novità

Abolizione delle restrizioni ai viaggi, imminente ripresa delle selezioni Express Entry e altre novità

Ecco i punti salienti dal 13 al 26 giugno.

Abolizione delle restrizioni ai turisti all'interno del Paese

I canadesi vanno in vacanza, c'è una novità per i viaggiatori. Gli aeroporti sono molto congestionati, i bagagli si perdono in continuazione, tenetene conto quando pianificate i vostri viaggi.

In positivo, dal 20 giugno, i viaggiatori all'interno del Canada hanno solo una restrizione residua: le mascherine devono ancora essere indossate su treni e aerei, ma i certificati di vaccinazione non sono più richiesti.

Molti non erano soddisfatti del fatto che dal 30 ottobre 2021 dovessero essere completamente vaccinati se volevano volare in aereo o viaggiare in treno. I dipendenti pubblici e i lavoratori dei trasporti sono stati mandati in congedo non retribuito se si sono rifiutati di essere vaccinati. Ora queste restrizioni sono state abolite. Ma se l'incidenza del coronavirus dovesse aumentare, le restrizioni potrebbero tornare, ha dichiarato il governo federale.

Inoltre, i test a campione negli aeroporti sono stati cancellati fino al 1° luglio perché il personale non riesce a far fronte al carico di lavoro. A partire dal 1° luglio, i test riprenderanno ma saranno condotti al di fuori degli aeroporti.

Se arrivate in Canada dall'estero, avete due possibilità. O si deve essere vaccinati o si devono trascorrere due settimane in isolamento dopo l'arrivo.

È possibile lasciare il Canada senza vaccino. Le guardie di frontiera e i funzionari del turismo chiedono al governo di eliminare l'obbligo di utilizzare un servizio speciale in cui i dati relativi alla vaccinazione devono essere inseriti in anticipo. I ritardi alla frontiera si verificano perché il 40% dei viaggiatori non compila correttamente il modulo.

Cambiamenti nella politica di immigrazione

La regione orientale del Canada, la provincia della Nuova Scozia, ha deciso di aumentare il numero di nuovi residenti permanenti, ma di rendere più severa la selezione. L'Immigrazione canadese ha approvato l'ampliamento del numero di candidati provenienti dalla provincia a 5.340 persone. Da un lato non è un numero elevato, ma dall'altro sono stati aggiunti 1.173 posti per i partecipanti al Programma di immigrazione atlantica.

La provincia sta investendo ingenti somme di denaro per attirare gli stranieri: $1 milione CAD in campagne pubblicitarie per aumentare l'interesse verso la provincia, $1,4 milioni CAD in servizi per aiutare i nuovi residenti a stabilirsi e $895.000 CAD in personale aggiuntivo per lavorare con i servizi di immigrazione.

La provincia francofona del Québec, in Canada, ha già dichiarato di non voler essere una "porta d'ingresso" per gli immigrati che poi si spostano in altre regioni. Anche la Nuova Scozia ha aderito all'iniziativa. Non vuole sprecare risorse per persone che se ne andranno subito dopo aver ottenuto la residenza permanente.

C'è stato un po' di scandalo sull'argomento. Sono stati colpiti centinaia di laureati che lavoravano in un fast food della Nuova Scozia per un salario minimo e speravano di ottenere lo status di residenza permanente entro un anno. Gli altri requisiti erano minimi.

Solo i diplomati di un istituto scolastico locale possono ora diventare residenti permanenti dopo un anno di permanenza nella provincia. Poiché la provincia ha pubblicato le informazioni sul cambiamento meno di un giorno prima della sua entrata in vigore, la situazione ha attirato l'attenzione dei giornalisti. Coloro che non hanno avuto il tempo di fare domanda o che hanno lavorato per meno di un anno hanno la possibilità di rimanere in Canada; il Ministero dell'Immigrazione provinciale ha promesso di esaminare i loro casi caso per caso.

***

Il ministro dell'immigrazione canadese, Sean Fraser, ha rilasciato diverse interviste. Ha rivelato che nel maggio di quest'anno la Camera dei Comuni lo ha incaricato di sviluppare un nuovo flusso di immigrazione in 120 giorni.

Durante la pandemia, 90.000 residenti canadesi temporanei sono diventati permanenti in meno di un anno. Si è trattato di un'eccezione alla regola causata dalla chiusura delle frontiere. Ora la Camera dei Comuni vuole rendere più facile e veloce l'ottenimento della residenza permanente per i residenti temporanei. Chi è già nel Paese si adatta più facilmente, non ha bisogno che gli si spieghi come sbrigare le pratiche burocratiche, affittare un appartamento, iscrivere i figli all'asilo. I residenti temporanei di solito hanno già un lavoro e dei legami sociali.

Inoltre, il ministro dell'Immigrazione ha dichiarato che l'elaborazione delle domande è in anticipo rispetto alla tabella di marcia. Quest'anno, 200.000 persone hanno ottenuto lo status di residente permanente in Canada. Più di 216.000 persone hanno ricevuto permessi di lavoro. Secondo il piano annuale, il Canada avrebbe ammesso 431645 immigrati, quindi tutto sta andando secondo i piani.

Sebbene il Ministero dell'Immigrazione abbia assunto 500 nuovi dipendenti e stia elaborando le domande più velocemente rispetto all'anno scorso, la coda per l'immigrazione sta crescendo. E non solo per l'immigrazione, siamo in attesa di una decisione sui visti per studenti per diverse decine di clienti, finora quest'anno non ne abbiamo ricevuti. Per non ritardare l'ammissione a gennaio e a maggio, è meglio iniziare l'intero processo ora, in particolare uno dei college con cui collaboriamo offre una borsa di studio di $5000 CAD all'anno e 12 settimane di inglese gratuito. Vi ricordiamo che presto andremo in vacanza, quindi iscrivetevi per una consulenza sulla valutazione delle vostre possibilità di ottenere un visto e sulla scelta del programma accademico.

I parlamentari sono anche insoddisfatti del call center del Ministero dell'Immigrazione. Tra aprile e dicembre dello scorso anno, il call center ha ricevuto più di 2,6 milioni di chiamate e 1,45 milioni non sono state inserite nella lista d'attesa. Quest'anno la situazione non è migliorata. Il ministro dell'Immigrazione ha spiegato che la maggior parte delle informazioni del suo dipartimento è ora conservata su carta. Quest'estate, il ministero sta avviando un'operazione di digitalizzazione che costerà $827 milioni CAD.

Selezioni Express Entry

Il 6 luglio, il ministero promette di riprendere le selezioni Express Entry per tutti i programmi federali. Non ci sono state estrazioni in Express Entry per professionisti e lavoratori qualificati da dicembre 2020 e per i candidati con esperienza canadese da settembre 2021. Inoltre, la legge sull'attuazione di alcune disposizioni della legge di bilancio, presentata in Parlamento il 7 aprile 2022, ha superato tutte le letture e ha ricevuto l'assenso reale. Tra le disposizioni approvate vi è un aumento della capacità del governo di selezionare dal pool Express Entry i richiedenti la residenza permanente che soddisfano le esigenze economiche del Canada.

Forse la selezione Express Entry, tenutasi il 22 giugno, si rivelerà l'ultima selezione per i candidati provinciali per i prossimi mesi, e il Ministero dell'Immigrazione condurrà ora selezioni mirate a livello federale.

Il 22 giugno, 636 persone sono state invitate a presentare domanda di residenza permanente. Al 20 giugno 2022, il pool Express Entry contava 220 674 candidati.

Selezioni provinciali per l'immigrazione

Nelle ultime due settimane, in quattro province si sono tenute delle manovre di immigrazione.

La Columbia Britannica ha tenuto una selezione generale e una selezione per obiettivi il 14 giugno. Nel sorteggio generale sono state invitate 138 persone. Al sorteggio mirato sono stati invitati 12 insegnanti di scuola materna, 7 operatori sanitari e meno di 5 veterinari.

Il 21 giugno la provincia ha invitato 125 persone: 101 tecnici, 14 educatori e 10 operatori sanitari.

Il 16 giugno è stata effettuata una selezione da parte di Prince Edward Island. Nove imprenditori e 127 dipendenti hanno ricevuto l'invito.

Lo stesso giorno, il 16 giugno, si tenne una selezione Albert. Centocinquanta persone hanno ricevuto l'invito.

E il 20 giugno ha tenuto un sorteggio speciale per l'immigrazione Manitoba. Per la quinta volta, la provincia ha selezionato ucraini che avevano già presentato una domanda di "manifestazione di interesse". Questa volta, 14 persone hanno ricevuto l'invito.

Relazioni Canada-Russia

Il 12 giugno la Russia ha celebrato un giorno festivo. I protocolli diplomatici prevedono che quel giorno la bandiera russa venga issata nella capitale canadese e che un alto funzionario del Ministero degli Affari Esteri canadese partecipi alle celebrazioni presso l'ambasciata russa.

Il municipio di Ottawa si è rifiutato di alzare la bandiera, che aveva avvertito in anticipo, ma ha inviato sul posto il vice capo del Dipartimento del Protocollo delle Relazioni Internazionali. Pochi giorni dopo, i giornalisti hanno sollevato un polverone con il Primo Ministro che ha definito inaccettabile la presenza di rappresentanti canadesi alla celebrazione.

La turbina del gasdotto russo Nord Stream 1 , che passa sotto il Mar Baltico e arriva in Germania, è rimasta in Canada per manutenzione a causa delle sanzioni. L'Europa è sottoalimentata di gas. "Negli ultimi giorni Gazprom ha ridotto le forniture attraverso il Nord Stream 1 da 167 milioni di metri cubi a 67 milioni di metri cubi al giorno. Il Canada promette di fornire alla Germania il proprio gas, ma i negoziati sono ancora in corso.

È stata approvata la legge sull'esecuzione del bilancio. Ha dato al governo canadese il permesso ufficiale di disporre del denaro russo congelato come meglio crede. Trudeau aveva promesso in precedenza di consegnarli per aiutare l'Ucraina.

Per quanto riguarda il trasferimento in Canada dalla Russia, è possibile e non ci sono stati divieti.

  • #Canada news
  • #immigrazione in Canada
  • #emigrazione in Canada
  • #residenza permanente in Canada
  • #viaggio in Canada
  • #selezioni Express Entry
  • #Express Entry
  • #selezioni immigrazione in Canada