Cosa succede a coloro che rifiutano le vaccinazioni?

Cosa succede a coloro che rifiutano le vaccinazioni?

Un "passaporto covido" manterrà la vostra privacy? Il dibattito intorno a queste domande è in corso da tempo.

Mentre il numero di canadesi completamente vaccinati aumenta costantemente e il paese stesso ritorna gradualmente alla vita "pre-pandemia", un tema importante viene sempre più sollevato nella società canadese: che ne è di quelle persone che, per qualsiasi motivo, non sono state vaccinate? Inoltre, non è affatto chiaro come trovare un equilibrio tra la salute pubblica e la libertà individuale, e se la prima debba essere abbandonata per proteggere la seconda.

Trovare risposte a queste domande più pressanti del nostro tempo sta diventando sempre più importante man mano che le misure di quarantena si allentano.

Perché ho bisogno del passaporto delle vaccinazioni?

Questo è un documento che sta diventando sempre più importante per la maggior parte delle istituzioni e delle agenzie del paese. Se il titolare del passaporto di vaccinazione può provare la sua immunizzazione con esso, allora può anche godere di specificate libertà pubbliche.

D'altra parte, che dire delle persone che non saranno in grado di fornire tali prove perché non possono o non vogliono essere vaccinate? Questo significa che non potranno viaggiare in aereo, fare domanda alle agenzie necessarie, iscriversi alle università...? E questa non è affatto una lista completa degli inconvenienti che verranno...

Società a due livelli — quali sono i pericoli?

Il mese scorso, la provincia Manitoba ha annunciato che fornirà carte di immunizzazione ai cittadini che sono stati completamente vaccinati. Questo permetterà loro di viaggiare all'interno del paese senza doversi autoimmunizzare al loro ritorno. A maggio, la Western University di Londra ha annunciato che avrebbe richiesto agli studenti che vivono nei residence di mostrare anche la prova della loro immunizzazione.

Sempre a maggio, il ministro della salute Patti Haidu ha detto a CBC News che il suo governo è già in trattative con i suoi alleati del G7 per implementare un passaporto di vaccinazione per permettere ai canadesi immunizzati di riprendere i viaggi internazionali.

Ma gli etici canadesi, i sostenitori della privacy e i gruppi per le libertà civili avvertono: tali requisiti minacciano di creare una nuova società a due livelli. Certamente beneficerà coloro che sono stati vaccinati. Ma scaccerà anche quelli che non l'hanno fatto.

Al 25 giugno, secondo gli ultimi dati del governo federale, tre quarti dei canadesi dai 12 anni in su hanno già ricevuto almeno una dose del vaccino COVID-19, e il 22% dei canadesi sono completamente vaccinati.

Per capire la situazione ed esplorare le potenziali insidie dei passaporti covidi, CBC News ha raccolto le opinioni di diversi importanti esperti.

Una questione di giustizia.

Per Arthur Schafer, direttore fondatore del Centro per l'etica professionale e applicata all'Università di Manitoba a Winnipeg, avere un passaporto di vaccinazione o "certificato di immunità" è già una questione risolta. Ma, dice, il governo federale è "caduto male" perché non ha fornito una guida chiara alle province e ai funzionari sanitari su come gestire questi documenti.

"Se incoraggiamo le persone a vaccinarsi e promettiamo loro che i vaccini sono sicuri ed efficaci, allora non ha senso dire che tutti dovranno obbedire alle stesse regole, sia i vaccinati che i non vaccinati. Così com'è, stiamo trasformando tutto in un'accozzaglia. Staremmo molto meglio se pensassimo e sviluppassimo politiche che proteggessero i valori fondamentali: privacy, riservatezza, libertà e salute pubblica", ha detto Shafer.

Il professore teme che la maggior parte delle agenzie e delle organizzazioni detterà le proprie regole.

Perché molte persone rifiutano le vaccinazioni?

Il dibattito sull'uso dei passaporti per le vaccinazioni si sta scaldando man mano che sempre più persone si vaccinano. Alcuni dicono che l'introduzione di "passaporti covidi" obbligatori sarà un buon incentivo per smettere di avere paura delle iniezioni e tornare alla vita normale. Altri, invece, vedono questo documento come una drastica violazione della libertà e della privacy dei cittadini.

Ci sono diverse ragioni principali per cui la gente rifiuta di farsi vaccinare. Alcuni non sono sicuri se vaccinarsi perché, per esempio, stanno prendendo degli immunosoppressori. E altri hanno preoccupazioni legali per dubitare della sicurezza e dell'efficacia di vaccini poco studiati. Alcuni hanno già esperienze negative con la medicina canadese e non vogliono ripeterle.

Secondo Schaefer, si potrebbe trovare una via d'uscita da questa situazione: "Noi (cioè lo Stato) dovremmo cercare di accogliere le persone che hanno obiezioni, coscienti, scientifiche o anche religiose. Allora potremo mettere in circolazione i passaporti di vaccinazione senza compromettere la sicurezza pubblica e senza costi sproporzionati".

La questione della riservatezza

A maggio, i commissari per la privacy federali, provinciali e territoriali del Canada hanno rilasciato una dichiarazione congiunta avvertendo che mentre i passaporti di vaccinazione "possono fornire benefici significativi alla società, la misura è una violazione delle libertà civili". E dovrebbe essere ritirato solo dopo un'attenta considerazione".

Secondo l'ex commissario per la privacy dell'Ontario Ann Cavoukian, non ci si dovrebbe aspettare che i canadesi rinuncino alla loro privacy per la salute pubblica.

Cavoukian è preoccupato per quello che potrebbe accadere ai dati sanitari personali delle persone come parte dell'introduzione di "passaporti covidi" obbligatori. È seriamente preoccupata che tutti i dati personali "saranno ora immagazzinati legati alla vostra geolocalizzazione in tutto il mondo". Se stai viaggiando o andando a una partita di calcio o in qualsiasi altro posto, qualsiasi informazione su di te sarà tracciata. E il potenziale di sorveglianza è enorme.

Le carte di immunizzazione sono state a lungo comuni in molti paesi per accedere a certi servizi sanitari, ma ora saranno richieste non solo per i viaggi internazionali. Ma anche, per esempio, anche per visitare i ristoranti.

Come Schafer, Cavoukian si preoccupa che un tale sistema possa alienare una minoranza di canadesi, molti dei quali hanno buone ragioni personali per rifiutare la vaccinazione. E quelle ragioni che non vorranno esprimere.

Concludendo la sua intervista, la Cavoukian ha osservato: "Il resto di noi si rilasserà quando la maggior parte dei canadesi sarà completamente immunizzata. Quando questo accadrà, allora non sembrerà così importante per noi essere in grado di individuare in modo particolare coloro che hanno rifiutato di essere immunizzati.

Almeno una provincia canadese è già d'accordo che tutti hanno il diritto di scegliere. E non dovrebbe essere sacrificato a beneficio del pubblico: mercoledì, Saskatchewan ha annunciato che non richiederà la prova della vaccinazione ai residenti che vogliono tornare al lavoro o partecipare a eventi pubblici. Così facendo, un funzionario ha detto che richiedere tale prova violerebbe la legge sulla protezione delle informazioni sanitarie della provincia per i suoi cittadini.

La questione della libertà

Cara Zwiebel, direttrice del Programma per le libertà fondamentali dell'Associazione canadese per le libertà civili, dice che dovrebbe essere una scelta individuale: "La scelta di immunizzare dovrebbe essere una vera scelta individuale. Ma arriva un punto in cui diamo accesso a certi diritti e alla piena partecipazione alla vita pubblica solo a quelle persone che sono immunizzate. E questo sta già diventando una forma di coercizione. Devi essere vaccinato perché hai scelto di essere vaccinato, non perché sei stato forzato ad essere vaccinato.

Secondo Zwiebel, "L'idea che si debba mostrare la prova della vaccinazione ovunque si vada sta cambiando fondamentalmente la società di cui siamo membri".

"Penso che dobbiamo abbandonare l'idea di creare uno spazio senza coronavirus", ha continuato Zwiebel. Dobbiamo cercare di ridurre il più possibile il rischio di infezione ed evitare situazioni di sovraccarico negli ospedali. Ma purtroppo, penso che COVID sia solo un altro rischio con cui ora dobbiamo convivere continuamente".

Come Cavoukian, Zwibel ha serie preoccupazioni sulla proliferazione delle informazioni sanitarie private. Tuttavia, nota che mentre possiamo volontariamente girare i nostri registri di vaccinazione a certe istituzioni, sono legalmente limitati nel loro uso futuro. Per riassumere, Zvibel ha suggerito che la società dovrebbe pensare attentamente a dove questo percorso potrebbe portare prima di intraprendere la strada del controllo globale della popolazione.


Хотите иммигрировать в Канаду, но не знаете с чего начать?

👉Пройдите бесплатную оценку шансов с помощью искусственного интеллекта, который проанализирует все доступные способы и скажет стоит ли вам тратить время.

Source
  • #vaccinazione coronavirus in Canada
  • #passaporto covid
  • #passaporto di vaccinazione in Canada vaccinazione obbligatoria in Canada
  • #diritti umani in Canada
  • #società civile in Canada
  • #libertà umane in Canada
  • #salute pubblica in Canada
  • #rilassamento delle misure di quarantena in Canada
  • #sollievo di quarantena in Canada
  • #virus COVID-19 in Canada
  • #governo del Canada
  • #vaccinazioni Corona in Canada
  • #Pfizer e Moderna Vaccines in Canada