Come spostare gli animali domestici in Canada

Come spostare gli animali domestici in Canada

Quando pianifichi di immigrare in Canada con il tuo animale domestico, sii consapevole delle regole per il trasporto di animali domestici, che variano a seconda del paese di partenza e della compagnia aerea specifica.

In questo articolo, vi spiegheremo in dettaglio come preparare il vostro animale domestico per il volo, quali documenti devono essere raccolti, così come quali regole vale la pena imparare prima del trasferimento. Il processo di trasferimento può essere suddiviso in 5 fasi principali, di cui parleremo di seguito.

Passo 1: Preparare il tuo animale domestico per il trasloco

Prima di portare un animale in Canada, devono essere eseguite le seguenti procedure:

1. Identificazione dell'animale tramite marchio o microchip. Gli animali nati prima del 2011 possono essere identificati da una marcatura distinta. Quelli nati dopo il 2011 devono avere l'identificazione elettronica, un microchip che viene impiantato sotto la pelle. Questa procedura è identica a un'iniezione sottocutanea ed è indolore per l'animale, poiché il chip è poco più grande di un chicco di riso.

2. Vaccinazione contro la rabbia. La vaccinazione contro la rabbia viene eseguita solo dopo l'identificazione elettronica (chipping) dell'animale. L'animale dovrebbe essere vaccinato a partire dai 3 mesi di età e da 1 a 12 mesi prima di viaggiare all'estero.

3. Vaccinazione completa contro le malattie infettive (enterite da parvovirus, enterite da coronavirus, peste, epatite infettiva, infezione da adenovirus tipo 2, parainfluenza, leptospirosi, bordateliosi, malattia di Lyme, dermatomicosi).

4. sverminazione e trattamento dei parassiti esterni. La sverminazione (trattamento sverminante) e il trattamento insetticida (trattamento dei parassiti esterni) vengono effettuati con preparati certificati 24-48 ore prima della partenza. Anche la sverminazione dovrebbe essere effettuata sistematicamente ogni 3-4 mesi.

Non è consigliabile dare sedativi all'animale a meno che il farmaco non sia stato prescritto da un veterinario. La pressione sanguigna scende durante i voli e i tranquillanti abbassano ulteriormente la pressione sanguigna. Inoltre, i sedativi sono pericolosi per gli animali vecchi, quelli con malattie croniche e quelli che sono sotto stress. Per rassicurare il suo animale, si consiglia di mettere il contenitore in un luogo buio, fresco e tranquillo prima del volo.

Passo 2: Raccogliere i documenti

Avrete bisogno dei seguenti documenti per portare il vostro animale domestico all'estero:

1. Copia del passaporto del proprietario dell'animale.

2. Passaporto veterinario (veterinario e sanitario) di standard internazionale in inglese, rilasciato dal veterinario. Il passaporto deve contenere:

  • foto a colori a figura intera incollata dell'animale (se ha almeno 1 anno);
  • informazioni sull'identificazione elettronica (chipping) con data, firma del veterinario e timbro dell'istituzione veterinaria che ha eseguito la procedura;
  • informazioni su almeno due vaccinazioni contro le malattie virali e una vaccinazione contro la rabbia. Le relative etichette di vaccinazione devono essere applicate sul passaporto e certificate dal sigillo dell'istituzione veterinaria che ha somministrato la vaccinazione e dalla firma del veterinario;
  • segni di sverminazione e trattamenti di parassiti esterni sull'animale.

3. Certificato veterinario (Modulo n.1). Il certificato veterinario secondo il modulo № 1 può essere ottenuto solo nelle istituzioni statali di medicina veterinaria in presenza del passaporto veterinario internazionale. Il modulo 1 del certificato veterinario deve essere scambiato all'aeroporto dal Servizio di Medicina Veterinaria con un certificato veterinario internazionale. Il certificato veterinario deve essere ottenuto 3 giorni prima della partenza, poiché è valido per 3 giorni, compreso il giorno del rilascio, prima della partenza.

4. Un certificato che l'animale non ha valore di pedigree in nessuna forma. Per un cane tale certificato deve essere ottenuto in anticipo da un esperto cinofilo in un'organizzazione cinologica ufficialmente registrata (per esempio, nell'Unione Cinologica dell'Ucraina o nella Federazione Cinologica Russa). Per un gatto, il certificato deve anche essere ottenuto in anticipo da qualsiasi club di amanti dei gatti.

5. Certificato di determinazione del titolo anticorpale del virus della rabbia nel sangue dell'animale (fatto dopo la vaccinazione antirabbica). L'esame del sangue dell'animale per gli anticorpi al virus della rabbia viene effettuato solo su animali con microchip vaccinati contro la rabbia. La determinazione del titolo anticorpale è possibile non prima di 1 mese e non oltre 1 anno dopo l'ultima vaccinazione antirabbica.

Solo un laboratorio accreditato può emettere un rapporto sull'esame del sangue di un animale per gli anticorpi al virus della rabbia: