15 città canadesi ad alto rischio di inondazioni

15 città canadesi ad alto rischio di inondazioni

Le persone continuano a stabilirsi nelle pianure alluvionali dei fiumi che straripano frequentemente.

Uno studio della primavera 2022 del The Globe and Mail ha rilevato che su 150 insediamenti canadesi con più di 10.000 persone, oltre 30 si trovano in pianure alluvionali e potrebbero essere gravemente colpiti dalle inondazioni. I climatologi prevedono che le inondazioni in Canada diventeranno più frequenti a causa del riscaldamento globale.

  1. Chilliwack, British Columbia. Qui ci sono più di 18.000 case in zona alluvionale, il 46,5% degli edifici della città.
  2. High River, Alberta. Migliaia di case sono state danneggiate durante le alluvioni del 2013. Ora il 35,3% degli edifici rimane a rischio.
  3. Trail, British Columbia. 27,8% degli edifici.
  4. Chatham-Kent, Ontario. 23%.
  5. Edmunston, New Brunswick. 22,5%.
  6. Kawartha Lakes, Ontario. 21,6%.
  7. Canmore, Alberta. 20,2%.
  8. Sorel-Tracy, Quebec. 18,8%.
  9. Miramichi, New Brunswick. 17,9%.
  10. Yellowknife, Territori del Nord-Ovest. 16,4%.
  11. Dolbo-Mistassini, Québec. 16,4%.
  12. Kamloops, British Columbia. 16,1%.
  13. Peterborough, Ontario. 15,3%.
  14. St. Wellington, Ontario. 15,1%.
  15. Fredericton, New Brunswick. 15%.

Lo scorso novembre, una diga si è rotta a ovest di Chilliwack. La ricostruzione costerà $3,9 miliardi CAD a carico dei contribuenti. Si tratta del disastro naturale più costoso nella storia del Canada, anche senza contare il denaro speso dai proprietari di case, dagli agricoltori, dalle imprese e dai comuni stessi.

Chilliwack è una delle città canadesi in più rapida crescita: secondo il censimento del 2021, la popolazione è aumentata del 12% rispetto al 2016. Il numero totale di residenti supera i 113.000 e le autorità municipali prevedono che nei prossimi decenni persone provenienti da altre regioni acquisteranno case e ne costruiranno di nuove.

Le alluvioni di Chilliwack impediscono l'espansione dello sviluppo solo in alcune aree considerate "non protette". Gli argini sono in cattive condizioni, lo si sapeva già prima delle alluvioni dell'autunno 2021, ma non ci sono abbastanza soldi per sistemarli rapidamente.

In un periodo di tre anni — dal 2017 alla fine del 2020 — il 10% dei permessi di costruzione nella British Columbia rilasciati dalle autorità locali riguardava nuove costruzioni all'interno della pianura alluvionale centenaria, un'area con una probabilità minima dell'1% annuo, una volta al secolo, di inondazione. Decenni fa, alle persone che vivevano nella zona alluvionale era vietato avere soggiorni al piano terra degli edifici: poteva esserci un garage, un ripostiglio, ma non una camera da letto.

Fonte
  • #British Columbia
  • #Ontario
  • #Alberta
  • #New Brunswick
  • #incidenti in Canada
  • #inondazioni in Canada
  • #rischio di inondazioni in Canada
  • #disastri naturali in Canada
  • #inondazioni in Canada
  • #livelli d'acqua nei fiumi canadesi